Donne e Politiche di Genere - COMUNE DI VILLASANTA (MB)

Donne e Politiche di Genere - COMUNE DI VILLASANTA (MB)

LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
E' una violazione dei diritti umani. E' un problema sociale grave che minaccia la sicurezza, l'equilibrio e l'integrità fisica e mentale di ogni donna e causa gravi disagi e sofferenza ai suoi figli.
Il 20% della popolazione femminile del pianeta ha subito almeno una volta nella vita aggressioni fisiche o sessuali.

Grazie agli accordi di collaborazione sottoscritti con Regione Lombardia, la Rete Artemide ha definito modalità operative, ha proseguito l’attività di formazione rivolta agli operatori e ha attivato queste iniziative:
Un’operatrice di rete per ciascun ambito (Monza, Carate Brianza, Vimercate, Desio e Seregno) con una formazione specifica sul tema. Le operatrici di rete svolgono un ruolo di riferimento informativo e di snodo comunicativo per gli operatori del territorio e per la cittadinanza. Vengono attivate dai vari punti di accesso alla rete (Forze dell’Ordine, Servizi Sociali, ATTS, AST) in base al livello di problematicità e di rischio e garantiscono la continuità tra l’intervento di accoglienza e l’eventuale percorso personalizzato.
Tre sedi decentrate del Cadom (centro antiviolenza) a Brugherio, Lissone e Vimercate con funzioni di accesso, riferimento informativo e di accoglienza  per la popolazione, per le donne e per l’Ambito Territoriale.
Un servizio di consulenza psicologica e legale e di mediazione linguistico-culturale da parte del Cadom e rivolto agli operatori della Rete e alle donne che accedono alla Rete.
Il Percorso Rosa, un percorso di accesso e intervento al pronto soccorso specifico per le vittime di violenza domestica che presta attenzione agli elementi di accoglienza, di analisi del rischio, di refertazione e di accesso alla Rete sul territorio.
A ottobre 2015 i soggetti coinvolti hanno sottoscritto un nuovo protocollo di intesa che:
stabilisce modalità e ruoli nella presa in carico delle donne vittime di maltrattamento che si rivolgono ai servizi in rete;
garantisce un approccio al problema condiviso e omogeneo da parte di tutti operatori del settore;
favorisce l’emersione del fenomeno attraverso la condivisione di banche dati e assicura il monitoraggio degli interventi di protezione e di prevenzione attuati e la valutazione dell’efficacia.
Attualmente fanno parte della Rete e hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa:
 i Comuni della Provincia di Monza e Brianza, la Provincia di Monza e Brianza, la Procura della Repubblica di Monza, la Prefettura di Monza e Brianza, il Centro Aiuto Donne Maltrattate di Monza CADOM, l'ATS Monza e Brianza, ASST di Monza (ex A.O. San Gerardo e A.O Desio), ASST Vimercate (ex A.O Vimercate e A.O Carate), il Policlinico di Monza, gli Istituti Clinici Zucchi, la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri, la Polizia locale e la Cooperativa Novo Millennio.

Allegati:

Non sei da sola, fermiamo insieme la violenza

Ecco cosa fare 


 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (2213 valutazioni)